Contratti di locazione ad uso abitativo “non assistiti”

357

L’art. 1, comma 8, del decreto 16/01/2017 ha stabilito che le parti di un contratto di locazione ad uso abitativo a canone concordato possono farsi assistere nella definizione del canone dalle rispettive organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori. Qualora le parti non aderissero a tale possibilità, sono tenute ad acquisire un’attestazione rilasciata da almeno una di dette organizzazioni secondo le modalità previste dagli accordi stipulati in sede locale, con la quale appurare la rispondenza del contenuto economico e normativo del contratto all’accordo stesso.

Ai fini della fruizione delle agevolazioni fiscali, l’acquisizione dell’attestazione costituisce elemento necessario ai fini del loro riconoscimento; tuttavia, in deroga a tale carattere di obbligatorietà, l’attestazione non risulta necessaria per i contratti di locazione stipulati prima dell’entrata in vigore del decreto e per quelli stipulati anche successivamente ma in assenza di Accordi Territoriali.

Per avere ulteriori informazioni o assistenza in materia, contatta la tua sede di riferimento del Caaf Fabi.