MPS, Rinnovo contrattazione di II livello

MPS Contrattazione di secondo livello

Rinnovo della contrattazione di secondo livello in Monte dei Paschi di Siena. La Fabi e le altre sigle sindacali hanno chiuso, oggi, l’intesa che, nel dettaglio, riguarda le condizioni ai dipendenti, MPSolidale, i buoni pasto, la valutazione del personale e sviluppo professionale. L’accordo sottoscritto conclude l’iter avviato a suo tempo con le intese raggiunte il 31 dicembre dello scorso anno.

Per quanto riguarda al Welfare Aziendale (MPSolidale) è stata introdotta la possibilità, per tutti i dipendenti, di devolvere sia giornate intere sia ore di permessi retribuiti. Particolarmente importanti risultano le previsioni normative sottoscritte sui temi della gestione del personale, a cominciare dal processo di valutazione dei dipendenti. Azienda e sindacato, in ottica di semplificazione dei processi e degli strumenti che lo compongono (in primis, scheda di valutazione), si sono impegnati ad avviare un confronto negoziale – partendo anche dalle previsioni dell’articolo 76 del Contratto collettivo nazionale di lavoro in vigore – con l’obiettivo di pervenire alla costruzione di un percorso contrattuale, dove anche il “feedback intermedio” assuma carattere di obbligatorietà e di condivisione fra valutatore diretto e risorsa valutata.

«L’accordo sottoscritto questa mattina sottolinea un sostanziale miglioramento significativo del welfare aziendale intervenendo sulle agevolazioni per il personale (allungamento della durata e contestuale riduzione dei tassi) e introduzione del ticket elettronico portando l’importo erogato da 5,29 euro a 6 euro» ha commentato il coordinatore Fabi gruppo Monte dei paschi di Siena, Cosimo Torraco. «Questi – aggiunge Torraco – sono solo alcuni degli importanti risultati conseguiti in totale osservanza delle norme del Ccnl facendo bene attenzione a non derogare dalle stesse. Adesso tutto l’impegno sindacale della Fabi di Mps è volto a sostenere con ogni strumento possibile le rivendicazioni per il rinnovo del Ccnl. Rivendicazioni così bene rappresentate e sostenute dal segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni».

Per quanto riguarda, invece, lo sviluppo professionale dei dipendenti, i sindacati hanno preso atto con favore della volontà aziendale di riattivare nel 2019 il processo di promozioni ordinario, indirizzandolo in via prevalente ai livelli inferiori della III Area Professionale e alla valorizzazione della posizione ricoperta e della prestazione professionale. Grazie all’attività di incessante sensibilizzazione del sindacato, il meccanismo di promozioni proseguirà anche negli anni successivi, sulla base di valutazioni fra le parti circa la sostenibilità economica e gestionale.

Roma, 12 luglio 2019