Carige, dalle banche trentine al Credito sportivo: il piano di salvataggio ora ha qualche chance in più

Banca Carige tempo scaduto

Articolo di Genova24.itLink

Genova. Per Carige le schiarite sul piano di salvataggio arrivano praticamente al fotofinish. Nel giorno in cui la Bce chiede chiarimenti sul rafforzamento da 900 milioni, di cui 700 in ricapitalizzazione, la soluzione arriva dal Trentino. A riportare le novità, già da ieri, Radiocor, ripresa da diverse testate economiche e non.

Il consiglio di amministrazione di Cassa centrale banca, holding di un centinaio di banche di credito cooperativo trentine, ha deliberato un investimento di 65 milioni in azioni nuove azioni Carige e di circa 100 milioni nelle obbligazioni subordinate di prossima emissione. Su questo fronte l’impegno anche del Credito Sportivo.

Con questi due nuovi ingressi prende forma la cordata che vede banche italiane riunite nel Fondo tutela depositi, Cassa centrale banca, Tesoro e i soci storici genovesi. Lo schema volontario del Fondo interbancario a tutela dei depositi, che coprì a fine 2018 un bond Carige da 320 milioni, lo convertirà in azioni della banca, mentre il Fondo obbligatorio sottoscriverà una somma stimata tra 170 e 320 milioni nel capitale.