SINDACATI A MUSTIER: «TASSI NEGATIVI INIZIATIVA SCELLERATA»

Mustier tassi negativi scelta scellerata

Comunicato unitario dei segretari generali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin contro la proposta dell’amministratore delegato di Unicredit: «La misura rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari»

TOP Unicredit, sindacati: Tassi negativi è iniziativa scellerata

Milano, 11 ott. (LaPresse) – Trasferire i tassi di interesse negativi della Bce ai depositi oltre 100.000 euro “è una iniziativa scellerata che rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari”. Così in una nota unitaria i sindacati del credito, che criticano l’annuncio dato dall’amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, nei giorni scorsi. “Siamo certi che questa ipotesi potrebbe solo aumentare le difficoltà che oggi affronta il settore del credito con effetti difficilmente ipotizzabili”, proseguono i leader sindacali Lando Maria Sileoni (Fabi), Riccardo Colombani (First Cisl), Giuliano Calcagni (Fisac Cgil), Massimo Masi (Uilca) e Emilio Contrasto (Unisin).(Segue) ECO NG01 lal 111526 OTT 19

Unicredit, sindacati: Tassi negativi è iniziativa scellerata-2-

Milano, 11 ott. (LaPresse) – “Ancora una volta – continuano i rappresentanti dei bancari – Monsieur Kepi Blanc, Jean Pierre Mustier , tira fuori il coniglio dal cilindro, teorizzando nelle vesti di nuovo presidente della Ebf, e non in casa nostra bensì alla Bfm francese, l’applicazione di tassi negativi per la clientela del Gruppo Unicredit con depositi oltre i 100 mila euro”.”Questo – recita ancora la nota – secondo il Mustier pensiero a tutela dei grandi patrimoni cui genialmente pensa a fronte della tassazione negativa sia più appetibile perseguire rendimenti poco più alti dello zero che non al di sotto. Tuttavia, dietro la arguta nobilitazione della proposta non possiamo non tirare le fila rispetto alle gravissime affermazione di inizio estate che etichettava il nostro Paese come ‘non profittevole’ e all’idea delle ultime ore di creare una sub holding tedesca, e non vedere una chiara e pericolosa operazione volta ad indebolire il sistema Paese determinando una fisiologica fuga di capitali dalla seconda Banca del Paese”.”Anziché applicare tassi negativi si studi, come da tempo suggeriamo, come utilizzare profittevolmente i depositi bancari a vantaggio non solo degli azionisti e degli Amministratori delegati ma a beneficio delle imprese, dei territori e delle famiglie dei del Paese”, concludono i sindacati del credito. ECO NG01 lal 111528 OTT 19

UniCredit: sindacati contro Mustier su tassi negativi, iniziativa scellerata

– Milano, 11 ott – I sindacati dei bancari vanno all’attacco del numero uno di UniCredit, Jean Pierre Mustier, sulla proposta di tassi negativi sui depositi. La nota porta la firma congiunta dei segretari generali Lando Maria Sileoni (Fabi), Riccardo Colombani (First Cisl), Giuliano Calcagni (Fisac Cgil), Massimo Masi (Uilca Uil) ed Emilio Contrasto (Unisin). “E’ un’iniziativa scellerata – si legge in relazione ai tassi negativi – che rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari’. Le sigle sindacali si dicono certe che ‘questa ipotesi potrebbe solo aumentare le difficolta’ che oggi affronta il settore del credito con effetti difficilmente ipotizzabili. Anziche’ applicare tassi negativi si studi, come da tempo suggeriamo, come utilizzare profittevolmente i depositi bancari a vantaggio non solo degli azionisti e degli amministratori delegati ma a beneficio delle imprese, dei territori e delle famiglie del Paese’. Enr- (RADIOCOR) 11-10-19 15:20:29 (0386) 3 NNNN

Unicredit:sindacati,tassi negativi e’ misura scellerata
(ANSA) – ROMA, 11 OTT – “E’ un’iniziativa scellerata che rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari”. Cosi’ i sindacati del credito, in un comunicato unitario, commentano la misura di Unicredit di trasferire sui clienti con depositi sopra i 100mila euro i tassi d’interesse negativi. “Aumentera’ le difficolta’ che oggi affronta il settore del credito con effetti difficilmente ipotizzabili”. I sindacati parlano di “una chiara e pericolosa operazione volta ad indebolire il sistema Paese determinando una fisiologica fuga di capitali dalla seconda Banca del Paese”.(ANSA). DOA 11-OTT-19 15:10 NNNN

Unicredit:sindacati,tassi negativi e’ misura scellerata (2)
ROMA, 11 OTT – Nel comunicato i sindacati Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca Uil e Unisin chiamano in causa l’ad del gruppo “Jean Pierre Mustier, il quale tira fuori il coniglio dal cilindro, teorizzando nelle vesti di nuovo presidente della Ebf, e non in casa nostra bensi’ alla Bfm francese, l’applicazione di tassi negativi per la clientela del Gruppo Unicredit con depositi oltre i 100 mila euro”. “Questo secondo il Mustier pensiero a tutela dei grandi patrimoni, cui genialmente pensa, a fronte della tassazione negativa sia piu’ appetibile perseguire rendimenti poco piu’ alti dello zero che non al di sotto. Tuttavia, dietro l’arguta nobilitazione della proposta non possiamo non tirare le fila rispetto alla gravissima affermazione di inizio estate che etichettava il nostro Paese come “non profittevole” e all’idea delle ultime ore di creare una sub holding tedesca, e non vedere una chiara e pericolosa operazione volta ad indebolire il sistema Paese determinando una fisiologica fuga di capitali dalla seconda Banca del Paese”. “Se per te, Jean Pierre – aggiunge la nota – questa ‘e’ un’alternativa perfettamente accettabile’ per noi non lo e’ e te lo faremo capire”. Anziche’ applicare tassi negativi si studi, come da tempo suggeriamo, come utilizzare profittevolmente i depositi bancari a vantaggio non solo degli azionisti e degli amministratori delegati ma a beneficio delle imprese, dei territori e delle famiglie del Paese”. (ANSA). DOA 11-OTT-19 15:18 NNNN

Banche: sindacati, tassi negativi su depositi idea scellerata
Banche: sindacati, tassi negativi su depositi idea scellerata = (AGI)

Roma, 11 ott. – I sindacati dei bancari bocciano l’idea dell’ad di Unicredit, Jean Pierre Mustier di applicare i tassi negativi ai depositi oltre i 100.000 euro. “Anziche’ applicare tassi negativi”, si legge in una nota congiunta di Fabi, Fisac, First, Uilca e Unisin, “si studi, come da tempo suggeriamo, come utilizzare profittevolmente i depositi bancari a vantaggio non solo degli azionisti e degli amministratori delegati ma a beneficio delle imprese, dei territori e delle famiglie dei del Paese”. Secondo le cinque sigle si tratterebbe di “una iniziativa scellerata che rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari. Siamo certi”, sottolinea il comunicato, “che questa ipotesi potrebbe solo aumentare le difficolta’ che oggi affronta il settore del credito con effetti difficilmente ipotizzabili”. (AGI) Mau 111511 OTT 19 NNNN

Unicredit, sindacati a Mustier: tassi negativi mossa scellerata “Rischio di impatto estremamente pesante su imprese e lavoratori”

Roma, 11 ott. (askanews) – I sindacati del credito attaccano il numero uno di Unicredit, Jean Pierre Mustier, bocciando come “iniziativa scellerata” l’idea di applicare tassi negativi per i depositi oltre i 100mila euro. “Se per te, Jean Pierre – affermano Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin – questa ‘è un’alternativa perfettamente accettabile’ per noi non lo è e te lo faremo capire. È un’iniziativa scellerata che rischia di avere un impatto estremamente negativo su imprese, territori e lavoratori bancari. Siamo certi che questa ipotesi potrebbe solo aumentare le difficoltà che oggi affronta il settore del credito con effetti difficilmente ipotizzabili”. “Ancora una volta – spiegano i sindacati – monsieur Kepi Blanc, Jean Pierre Mustier, tira fuori il coniglio dal cilindro, teorizzando nelle vesti di nuovo presidente della Ebf, e non in casa nostra bensì alla Bfm francese, l’applicazione di tassi negativi per la clientela del gruppo Unicredit con depositi oltre i 100mila euro. Questo secondo il Mustier-pensiero a tutela dei grandi patrimoni, cui genialmente pensa, a fronte della tassazione negativa sia più appetibile perseguire rendimenti poco più alti dello zero che non al di sotto”. “Tuttavia – spiegano le organizzazioni dei lavoratori – dietro l’arguta nobilitazione della proposta non possiamo non tirare le fila rispetto alla gravissima affermazione di inizio estate che etichettava il nostro paese come ‘non profittevole’ e all’idea delle ultime ore di creare una sub-holding tedesca, e non vedere una chiara e pericolosa operazione volta a indebolire il sistema paese determinando una fisiologica fuga di capitali dalla seconda banca del paese”. “Anzichè applicare tassi negativi – aggiungono i segretari generali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin – si studi, come da tempo suggeriamo, come usare profittevolmente i depositi bancari a vantaggio non solo degli azionisti e degli amministratori delegati ma a beneficio delle imprese, dei territori e delle famiglie del paese. A buon intenditore, poche parole”. Glv 20191011T152706Z