“SERVE UNO SCUDO PENALE PER MPS”

Scudo legale MPS

A Firenze per il convegno Fisac Cgil, il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, propone una iniziativa legale, una sorta di manleva per un eventuale acquirente del Monte dei paschi. E sul contratto dei bancari: “Ripristinare l’articolo 18”

Mps: SILEONI, uno ‘scudo’ per non far pesare 3 mld cause ‘Banca rimanga italiana e Stato resti se serve’ (ANSA) – FIRENZE, 18 NOV –

“Piu’ che uno scudo penale come per l’Ilva, devono trovare dal punto di vista legislativo, quindi contrattuale e legale, una soluzione per evitare che pesino sulla eventuale vendita della banca i 3 miliardi di cause legali”. Lo ha affermato, a proposito di Banca Mps, il segretario generale Fabi Lando Maria SILEONI, a margine della festa della Fisac-Cgil Toscana a Firenze. “Noi siamo dell’idea che la banca debba rimanere italiana – ha proseguito – e c’e’ tutto il tempo per creare le condizioni per far si’ che non ci sia uno spezzatino, perche’ lo spezzatino significherebbe portare la banca adesso a perdere la propria identita’ e la propria natura. Soprattutto, se non ci sono compratori credibili, e’ preferibile che lo Stato mantenga per ancora un po’ di tempo il 67% del capitale, e il governo si muova con la Bce per ottenere le stesse condizioni che i governi hanno avuto per le banche in crisi in Germania, Francia, Olanda”.(ANSA). YAD-GUN 18-NOV-19 14:06

Banche: SILEONI (Fabi), ripristinare art.18 nel contratto (ANSA) – FIRENZE, 18 NOV –

“Cerchiamo di portare a casa il tema dei diritti e delle tutele: abbiamo chiesto per la prima volta un ripristino dell’articolo 18 all’interno del contratto nazionale di lavoro”. Lo ha affermato Lando Maria SILEONI, segretario generale Fabi, intervenendo alla festa della Fisac-Cgil Toscana oggi a Firenze. Fabi e Fisac, ha sottolineatoSILEONI, “hanno avuto sempre un’importante affinita’ elettiva da questo punto di vista, e la nostra presenza qui sta a dimostrare che noi vogliamo continuare su questo percorso”. Secondo SILEONI, il nuovo contratto della categoria oltre all’adeguamento necessario sulla parte economica “deve essere un contratto nazionale – ha spiegato – che per la prima volta si deve occupare anche della clientela, perche’ il bene primario delle banche e’ la clientela“SERVE UNO SCUDO PENALE PER MPS”
A Firenze per il convegno Fisac Cgil, il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, propone una iniziativa legale, una sorta di manleva per un eventuale acquirente del Monte dei paschi. E sul contratto dei bancari: “Ripristinare l’articolo 18”

Mps: SILEONI, uno ‘scudo’ per non far pesare 3 mld cause ‘Banca rimanga italiana e Stato resti se serve’ (ANSA) – FIRENZE, 18 NOV –

“Piu’ che uno scudo penale come per l’Ilva, devono trovare dal punto di vista legislativo, quindi contrattuale e legale, una soluzione per evitare che pesino sulla eventuale vendita della banca i 3 miliardi di cause legali”. Lo ha affermato, a proposito di Banca Mps, il segretario generale Fabi Lando Maria SILEONI, a margine della festa della Fisac-Cgil Toscana a Firenze. “Noi siamo dell’idea che la banca debba rimanere italiana – ha proseguito – e c’e’ tutto il tempo per creare le condizioni per far si’ che non ci sia uno spezzatino, perche’ lo spezzatino significherebbe portare la banca adesso a perdere la propria identita’ e la propria natura. Soprattutto, se non ci sono compratori credibili, e’ preferibile che lo Stato mantenga per ancora un po’ di tempo il 67% del capitale, e il governo si muova con la Bce per ottenere le stesse condizioni che i governi hanno avuto per le banche in crisi in Germania, Francia, Olanda”.(ANSA). YAD-GUN 18-NOV-19 14:06

Banche: SILEONI (Fabi), ripristinare art.18 nel contratto (ANSA) – FIRENZE, 18 NOV –

“Cerchiamo di portare a casa il tema dei diritti e delle tutele: abbiamo chiesto per la prima volta un ripristino dell’articolo 18 all’interno del contratto nazionale di lavoro”. Lo ha affermato Lando Maria SILEONI, segretario generale Fabi, intervenendo alla festa della Fisac-Cgil Toscana oggi a Firenze. Fabi e Fisac, ha sottolineato SILEONI, “hanno avuto sempre un’importante affinita’ elettiva da questo punto di vista, e la nostra presenza qui sta a dimostrare che noi vogliamo continuare su questo percorso”. Secondo SILEONI, il nuovo contratto della categoria oltre all’adeguamento necessario sulla parte economica “deve essere un contratto nazionale – ha spiegato – che per la prima volta si deve occupare anche della clientela, perche’ il bene primario delle banche e’ la clientela: e questo e’ un contratto che sul tema delle pressioni commerciali, della vendita dei prodotti finanziari a rischio come e’ stato anche purtroppo in un recente passato, deve ‘uscire’ dalla categoria, deve toccare in maniera positiva tutti gli aspetti che toccano la stessa clientela”.(ANSA). YAD-ROS 18-NOV-19 12:39

Banche: Fisac e Fabi, in nuovo contratto ripristinare “articolo 18” (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Firenze, 18 nov –

I sindacati dei bancari chiedono di reintrodurre nel nuovo contratto nazionale del credito quanto previsto dal vecchio articolo 18 dello statuto dei lavoratori, vale a dire il diritto di reintegra in caso di licenziamento senza giusta causa. Lo hanno sottolineato i segretari generali di Fisac-Cgil e Fabi, Giuliano Calcagni e Lando Maria SILEONI, intervenendo a una tavola rotonda nell’ambito dell’iniziativa “Il futuro del lavoro” della Fisac-Cgil toscana. ‘Negli ultimi 20 anni il lavoro ha perso diritti e salario e per noi il salario non e’ soltanto la voce economica legata alla retribuzione, ma e’ la dignita’ del lavoro, la dignita’ di chi lavora – ha sottolineato Calcagni – Il nuovo contratto dovra’ contenere elementi risarcitori verso i giovani e da qui viene anche la richiesta di reintrodurre la reintegra’. ‘Cerchiamo di portare a casa il tema dei diritti e delle tutele – ha notato da parte sua SILEONI – Abbiamo chiesto per la prima volta un ripristino dell’articolo 18 all’interno del contratto nazionale di lavoro’. Rmi- (RADIOCOR) 18-11-19 16:41:06 (0445) 3