Ubi Banca a nozze con Bper? Nuovi rumor al vaglio degli esperti

Articolo di Trend OnLine Link

La stampa rilancia l’ipotesi di un merger tra Ubi Banca e Bper Banca che sarebbe al vaglio dei soci. Nessun dossier aperto per ora, ma Equita SIM inizia a fare due conti.


Il tema del risiko bancario ormai con una certa frequenza torna a dominare la scena a Piazza Affari, con ipotesi e indiscrezioni che al momento non hanno trovato alcuna conferma, ma sulle quali si continua a ragionare con una certa insistenza.

Banco BPM fuori dal risiko per ora

Nei giorni scorsi l’AD di Banco BPM, Giuseppe Castagna, ha raffreddato le attese del mercato su una potenziale operazione di M&A.

Il manager ha definito astratta l’ipotesi di un merger con Ubi Banca, aggiungendo che il nuovo piano industriale si baserà su una strategia stand alone.

Se da una parte Banco BPM si sfila almeno per il momento dallo scacchiere del risiko bancario, dall’altra proprio quest’oggi la stampa ha rilanciato delle indiscrezioni su un potenziale merger che potrebbe vedere protagonisti Ubi Banca e Bper Banca.

Ubi Banca e Bper: i soci valutano una fusione

Milano Finanza oggi ha parlato genericamente di contatti fra i principali azionisti delle due banche per valutare un’eventuale fusione.

Secondo il quotidiano oggi ci sarebbero le condizioni per aprire le danze e sembra esserci spazio per il consolidamento soprattutto per le banche di medie dimensioni, come appunto Ubi Banca e Bper Banca, visto il livello di frammentazione superiore alla media europea.

Già sul finire del 2019 ha preso quota l’ipotesi di un’aggregazione tra i due gruppi bancari, sebbene al momento non ci sia ancora alcun dossier aperto.

Secondo Mliano Finanza però diversi soci di Ubi Banca e Bper Banca avrebbero iniziato a ragionare sull’idea per valutare i vantaggi e la complessità.

Come spiegato dagli analisti di Equita SIM, si tratta di indiscrezioni del tutto generiche e prive di ogni riferimento preciso.