Popolare di Bari verso Crédit Agricole?

205

Articolo di Money.it Link

Banca Popolare di Bari e Crédit Agricole in avvicinamento?

L’ipotesi potrebbe essere plausibile stando alle ultime notizie, o meglio indiscrezioni riportate da Il Sole 24 Ore, secondo cui il MEF e gli advisor starebbero già pensando a un piano B, da adottare in caso di bocciatura del piano A.

In tale scenario, ha continuato il quotidiano economico, a Banca Popolare di Bari potrebbe servire l’avvicinamento di un altro istituto, ma quale? Per alcuni il nome più papabile potrebbe essere proprio quello di Crédit Agricole. Ma andiamo per ordine.

Popolare di Bari verso Crédit Agricole? Le ultime notizie

L’avvicinamento tra le due realtà è stato già teorizzato a dicembre. In quell’occasione si è addirittura parlato di una possibile acquisizione della Popolare di Bari da parte del Crédit Agricole ma la smentita del gruppo francese non è tardata ad arrivare.

Nonostante l’allontanamento di qualsiasi ipotesi di interesse, ha continuato Il Sole, la partita tra i due istituti potrebbe riaprirsi.

Nello specifico, se il piano A della pugliese (intervento del FITD, definizione dell’ammanco e conseguente aumento di capitale) dovesse fallire, magari per opposizione dell’Unione europea, potrebbero aprirsi le porte del cosiddetto piano B.

In esso, al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi non verrebbe più affiancato Microcredito Centrale (banca pubblica) ma un istituto privato in grado di svolgere il ruolo di anchor investor di minoranza in occasione di una futura fusione.

Questo, secondo le voci citate, potrebbe essere proprio il transalpino, il quale ha già recitato una parte in salvataggi di soggetti quali Cr San Miniato, Cassa Cesena e Cassa Rimini.

“Si vedrà tra qualche mese, quando il dossier Bari entrerà davvero nel vivo per la ricapitalizzazione,”

ha dichiarato il quotidiano.

L’ipotesi di avvicinamento tra Popolare di Bari e Crédit Agricole, insomma, potrebbe non essere del tutto accantonata. Al momento però, come ricordato, quelle citate sono soltanto delle indiscrezioni da confrontare con quanto già affermato dalla francese.